Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Penne con la ricciola


Che sia il periodo della Quaresima oppure no, mangiare pesce fa bene sempre. Vorrei che lo capissero anche i miei figli, ma purtroppo fino a poco tempo fa non ci si smuoveva dal pesce surgelato, ahimè. Tutti i bambini iniziano con i famosi bastoncini del capitano, con buona pace delle mamme che non devono combattere con il pericolo lische, ma col passare del tempo, quando non sono più bambini come è adesso per i miei, ci si aspetta che imparino a mangiare anche qualcos'altro. Macchè! L'unico modo affinchè assaggino qualcosa di diverso sembra essere quello di mandarli a pranzo o a cena a casa di qualche amico, ed ecco che lì, probabilmente per non mettere in imbarazzo la padrona di casa, assaggiano tutto ciò che trovano nel piatto e... miracolo! Masticano lentamente con riluttanza, poi iniziano a pensare: "Ma sai che è proprio buono?" E quando tornano a casa e fai la domanda di rito: "Cosa hai mangiato oggi? " rispondono seraficamente, mentre tu resti a bocca aperta e inevitabilmente esplodi con la frase "Ma se qui a casa tua non hai mai voluto neanche assaggiare!"; e loro cosa rispondono? "Tu ... non li fai così" !!!!! Aaaarrrghhh!!!!
E così anche oggi, al nostro 'tavolo per quattro', la pasta ha avuto due tipi di condimento: pomodoro semplice per i figlioli, e questo bel sughetto con la ricciola per me e mio marito.

Penne con la ricciola
Un tavolo per quattro)

Dosi per due persone:

200 g di penne
un trancio di ricciola da circa 100 g
100 g di pomodorini
mezzo bicchiere di vino bianco secco
olive nere
prezzemolo
olio, sale e pepe q.b.

Pelate i pomodori al vivo e tagliateli a filetti. Pulite il trancio di ricciola togliendo la pelle e la lisca centrale, tagliatelo a tocchetti e ponete in una padella in cui avrete fatto scaldare due cucchiai di olio (io non amo l'aglio, ma se a voi piace utilizzatelo). Fate rosolare, poi versate il vino e lasciate sfumare. Aggiungete i pomodori, rigirate bene, poi mettete un coperchio e fate cuocere per circa 10 minuti. Vale sempre la regola che il pesce ha bisogno di cuocere per pochissimo tempo, altrimenti diventa secco e stopposo. Poco prima di spegnere il fuoco mettete il sale e aggiungete le olive.
Nel frattempo lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e versatela nella padella con il condimento, fate mantecare poi completate con il prezzemolo tritato e una macinata di pepe.
Semplice, veloce e... buona.
Stampa la Notizia

6 commenti:

  1. Concordo pienamente! Perchè i ragazzi imparano a mangiare fuori di casa? Mistero!

    RispondiElimina
  2. Decisamente invitante, questo piatto!!!

    RispondiElimina
  3. La ricciola!!!! Uno dei miei pesci preferiti, ne avevo proprio un paio ieri in pescheria ma erano troppo grandi da mangiare in due e a tranci non le tagliavano, ma la prossima settimana non me la lascio scappare, il tuo primo me ne ha fatto aumentare la voglia!
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  4. Molto ma proprio molto invitante !Ben presentato..ciao

    RispondiElimina
  5. Mi sembra piu' una pasta alla marinara con aggiunta di ricciola che pasta al sugo di ricciola scusa ma è questo quello che penso , dovrebbe essere la ricciola a emanare energia a splendere a brillare quando guardi e gusti il piatto. Ciao Lio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma di nulla, anzi ti ringrazio per aver espresso il tuo parere in tutta sincerità. Ciao, buona giornata :-)

      Elimina

Template by Dlmdesign.it