Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Calza dolce della Befana

Ed ecco la seconda ricetta che ho realizzato con lo stesso impasto delle Scopette dolci della Befana. Ricevere una calza piena di dolcetti fa la felicità di ogni bambino, questa poi è una calza speciale. Di sicuro ha almeno un difetto: non è riutilizzabile :-)

Calza dolce della Befana (di pasta brioche)
Un tavolo per quattro)

Ingredienti
150 g di farina 00
150 g di farina manitoba
80 g di burro fuso
50 g di zucchero
80 ml di latte 
1 uovo e 1 tuorlo
un cucchiaino di lievito di birra secco
un pizzico di sale
buccia di limone grattugiata 
1 uovo e 1 cucchiaino di zucchero per spennellare

Ho preparato l'impasto mescolando il lievito disidratato alle due farine, poi ho aggiunto man mano gli altri ingredienti, ho impasto energicamente sul piano di lavoro, ho rimesso la palla di impasto nella ciotola infarinata, ho sigillato con la pellicola per alimenti ed ho lasciato lievitare fino al raddoppio del volume (ha impiegato circa quattro ore).


Ho prelevato una parte dell'impasto ed ho iniziato a stenderlo con il mattarello, formando una striscia rettangolare. Ho tagliato la calotta in alto e l'ho attaccata a sinistra per formare il piede della calza, allungandola sempre con l'aiuto del mattarello.


Ho poggiato questa prima calza su un foglio di carta da forno e con un'altra parte di impasto ne ho formato un'altra uguale. Ho arrotolato un altro foglio di carta da forno ricavando un lungo cilindro. Ho accartocciato due fogli di carta di alluminio e li ho utilizzati per riempire il cilindro, formando una strozzatura al centro.


Ho chiuso bene le due estremità, poi ho poggiato il cilindro sulla prima calza di pasta, curvandolo per seguirne la forma. Ho sovrapposto la seconda calza, sigillando bene i bordi ma senza premere al centro, in modo da mantenere il rigonfiamento all'interno. Ho arrotolato i bordi superiori della calza, allargandoli.


Ho sagomato meglio la calza con le mani, tagliando anche la pasta in eccesso lungo tutto il bordo; poi con due rotolini di impasto ho delineato la punta e il tallone, incidendo delle righe con la lama di un coltellino. Ho inciso la parte centrale della calza con un taglia pasta a stella ed ho lasciato lievitare ancora. Prima di infornare ho spennellato con un uovo che avevo sbattuto insieme ad un po' di zucchero e poi ho messo a cuocere, a 180° per circa 20 minuti.


Ho atteso che si raffreddasse, ho estratto prima l'alluminio dall'interno e poi, sempre delicatamente, ho sfilato anche la carta da forno.


A questo punto la brioche a forma di calza è pronta per essere riempita. Io ho messo dei cioccolatini in un sacchettino per alimenti, che ho chiuso con un nastro ed ho infilato dentro la calza. 


Manca solo una spolverata di zucchero a velo, prima di consegnare la calza a destinazione (ho dimenticato di metterlo 😞).


Con queste dosi di impasto si possono ottenere due calze della misura che si vede nelle foto. Io però ne ho fatto solo una, perché con l'altra metà dell'impasto ho realizzato la scopetta del mio precedente post.
Stampa la Notizia

20 commenti:

  1. Mari non ti fermi mai !
    Fantastica bravissima come sempre
    un bacione ISA

    RispondiElimina
  2. Ma questa è un'idea geniale!!! Complimenti, Maria Grazia, è bellissima! Peccato non avere il tempo di farla, oggi, avrei fatto la felicità di un golosone in particolare (il mio fidanzato :D) però salvo ugualmente la ricetta per il prossimo anno! ;) Un abbraccio grande e buon weekend :) :**

    RispondiElimina
  3. Beh oltre al difetto, ha il pregio che si può mangiare....
    Bravissima!!! Un abbraccio, antonella:))

    RispondiElimina
  4. Senza parle per tutto...complimenti...mi sono aggiunta immediatamente tra i tuoi lettori....e' bello imparare nuove cose e tu sei una risorsa vivente...amo la cucina quanto te e ho pure io un blog....Questa calza e' golosissima!!!!!Buona befana....complimenti per le foto!!!!

    RispondiElimina
  5. Maria Grazie tu sei un vulcano di idee fantastiche :) bellissima questa calza come la precedente ricetta della scopetta ^.^ Troppo bella!

    RispondiElimina
  6. ma che meravigliosa idea....sei bravissima!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao!Complimenti per il blog!
    Se ti va passa da me, ti lascio il link! :)
    http://chiarassweets.blogspot.it/
    Un bacione e buone feste!!

    RispondiElimina
  8. Si ..però...che buonaaaaaaaaaaaaa!!! Io, onestamente, mangerei prima la calza!!! poi, forse, i dolci!
    Che idea stupenda!!!! Bravissima Marigì!

    RispondiElimina
  9. Nooo ma non ci posso credereee! <3 Ogni giorno una nuova cosa che mi incanta e mi fa luccicare gli occhi! Sei mitica, amica! I miei complimenti con affetto e ammirazione!! <3

    RispondiElimina
  10. che idea furbissima, complimenti!!

    Già brava ad averla pensata..

    RispondiElimina
  11. Bravissimaaaaaaaa!!! Che bell'idea!! Per quest'anno ormai è tardi...ma l'anno prossimo te la rubo!! ^_^

    RispondiElimina
  12. Che storiaccia, bella idea!!!! E alla fine si mangia anche la calza!!!!

    RispondiElimina
  13. Già mi piaceva la scopetta, ma questa calza che si può riempire è fenomenale :)

    RispondiElimina
  14. ma dai, non avevo mai visto una calza così bella!!! complimenti davvero trovo l'idea eccellente!!! un bacio

    RispondiElimina
  15. Ciao Maria Grazia, quante cose belle buone mi sono persa in questi giorni!!! La calza in particolare è un'idea meravigliosa. Un'ulteriore conferma della tua bravura. Ti ringrazio per il sostegno. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  16. ciao e buon anno innanzitutto :)
    bella idea questa calza tutta da mangiare :-P
    brava!

    RispondiElimina
  17. Sei davvero geniale. Quest'idea te la rubo per il prossimo anno!
    Un abbraccio
    alice

    RispondiElimina
  18. Bellissima e complimenti per la spiegazione sei bravissima.Rosalba

    RispondiElimina
  19. Complimenti davvero per questa bella idea,bravissima :-)

    RispondiElimina
  20. è bellissima, brava, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it