Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Focaccia al pesto con patate ricotta e olive

Sembra proprio che in giro ci sia il picco più alto dei malanni di stagione, leggo quasi dappertutto che l'influenza sta colpendo pesantemente. Qui da me, prima è toccato a mia figlia, poi a mio marito. Io e mio figlio per ora resistiamo (spero che non siano le ultime parole famose ...). A dire il vero, il periodo peggiore per me non è l'inverno, ma la primavera, quando si risvegliano le allergie. Quelle durano molto più dell'influenza. Comunque, giacché per il momento i miei anticorpi fanno silenziosamente il loro dovere, io me ne sto in cucina e impasto! Quando a casa mia si mangia la pasta con il pesto, spesso avanza un po' di condimento, che provvedo subito a riciclare: lo metto negli impasti, aggiunge sapore e profumo. Ecco come ho preparato questa semplice focaccia (perdonate le foto, ma non sono riuscita a farne di migliori):

Focaccia al pesto con patate ricotta e olive
Un tavolo per quattro)

Ingredienti
(per due focacce - nelle teglie usa e getta di alluminio da 8 porzioni)
300 g di farina 00
200 g di farina manitoba
mezza bustina di lievito secco
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di sale
4 cucchiai di pesto classico (basilico, olio, pinoli, formaggio)
300 ml circa di acqua 
per farcire:
400 g di ricotta fresca
4 patate medie
olive nere 
olio e sale


In una ciotola capiente ho messo tutti gli ingredienti in polvere e li ho mescolati, poi ho aggiunto il pesto. Ho versato l'acqua ed ho iniziato ad impastare, dapprima nella ciotola, poi ho trasferito sul piano di lavoro ed ho impastato energicamente.


Ho rimesso l'impasto nella ciotola infarinata ed ho sigillato con pellicola per alimenti. Ho atteso che triplicasse di volume. Poi l'ho diviso in due parti, che ho steso dentro alle teglie rettangolari leggermente unte di olio


Ho fatto uno strato di ricotta, lavorata in precedenza con una forchetta per ammorbidirla; sopra alla ricotta ho fatto uno strato di patate affettate sottili; ho messo il sale, un filo d'olio e le olive.


Ho messo in forno a 200° per 25 minuti o poco più, fino a doratura delle patate.


Croccante fuori e morbida dentro.




Stampa la Notizia

20 commenti:

  1. Questa focaccia è davvero deliziosa, sembra una torta, complimenti .
    Io l'influenza gia' l'ho avuta, speriamo bene che non torni :-))))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora hai già dato, basta così, no? :-) Grazie, buona serata.

      Elimina
  2. Questa focaccia me la mangerei volentieri a cena stasera! Che bella che è...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ma sono sicura che a casa tua stasera si cenerà bene :-) Baci.

      Elimina
  3. E noi cara Maria Grazia alla faccia dei malanni ci godiamo la tua ottima focaccia! Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! E non gliene daremo nemmeno un pezzettino :-D

      Elimina
  4. una focaccia stupenda!bacione grande

    RispondiElimina
  5. Cara mi hai fatto venire una fame immensa lo sai? Che bontà.. sei bravissima!! :) Per l'influenza speriamo bene e per le allergie.. so che pare un controsenso, ma hai provato a prendere il polline? Ci sono stati anni che morivo di allergia, a partire da aprile/maggio in poi. Dopodichè ho iniziato da marzo a prendere un cucchiaino di polline ogni mattina e.. sai che mi sono desensibilizzata? Un abbraccio stretto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è un controsenso, è il principio su cui si basano i vaccini: somministrare la malattia per dare l'immunità. Il problema è che ogni anno mi ricordo dell'allergia quando è già esplosa, anche perché con i capricci del tempo le fioriture anticipano, posticipano, non si capisce nulla. Vediamo se quest'anno ci riuscirò, a difendermi per tempo. Grazie cara, sei sempre deliziosa. Abbraccio :-)

      Elimina
  6. Bella l'idea di arricchire l'impasto!!!!
    Complimenti cara Maria Grazia una focaccia super golosa
    e per i malanni di stagione...che finiscano presto..io tremo al solo pensiero!!!!!!
    Un bacione bella Calabresella
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, soprattutto quando a prenderli sono i figli. E quando vengono a noi, che il riposo non sappiamo cosa sia, è veramente difficile mandarli via presto. Bacioni a te, mia cara conterranea :-)

      Elimina
  7. Accipicchia questa è una super focaccia! In quando all'allergia io ne so qualcosa, mio marito ogni primavera è succube dell'allergia e non gli da tregua, che brutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un fastidio continuo.. Grazie cara, buona serata :-)

      Elimina
  8. E se questo esce fuori con un riciclo... Accidenti se è buona!!! Le foto sono perfette. Io quando devo fotografare con qualcuno che scalpita che vuole mangiare... sono dolori!! Un abbraccione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A casa mia c'è chi scalpita, ma c'è anche qualcuno che sta lì, in attesa, tipo l'avvoltoio sulla spalliera che mette ansia (quello di Panariello...) per avere proprio la porzione che è stata fotografata... mio marito, dice che deve testare ciò che pubblico e se gliene do' un pezzo diverso non è la stessa cosa... Santa pazienza! :-D

      Elimina
  9. Per ora l'influenza non è ancora entrata a casa mia...per fortuna! Buona questa focaccia, profumata e saporita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tieni chiuse porte e finestre allora! :-D :-D :-D Grazie <3

      Elimina
  10. Domenica scorza ho avuto il virus della gastroenterite ed è stato bruttissimo.Le tue foto sono venute benissimo e mi hanno fatto venire una gran voglia di focaccia, Ciao.

    RispondiElimina
  11. Accipicchia, non solo tosse e raffreddore allora... Di solito i virus delle gastroenteriti sguazzano allegramente nell'aria durante i periodi più caldi, ma oramai con le stagioni che si mescolano .. pure i virus sono ubriachi! Grazie, un abbraccio :-)

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it