Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Paccheri ai calamari, pesto di rucola e olive di Gaeta

Ho preso l'abitudine di acquistare il pesce fresco in quantità, pulirlo e congelarlo in modo da averlo pronto al bisogno. Tempo fa ero in un ristorante dove cucinano il pesce in maniera divina ed ho chiesto al gestore, che mi proponeva un piatto a base di calamari, se questi fossero freschi oppure congelati. Lui mi ha risposto: "Ma certo, che sono congelati! Noi li prendiamo freschi, li puliamo e li mettiamo nel congelatore, perché questo passaggio li rende più teneri e riduce i tempi di cottura. Non lo sapevi?". Non so fino a che punto sia vero, ma io da allora ho adottato questo metodo e devo dire che i calamari li faccio cuocere non più di dieci minuti, restano tenerissimi. Questo piatto, ad esempio, mi è piaciuto moltissimo, e l'ho preparato davvero in pochissimo tempo. Volete vedere quanto è veloce?

Paccheri ai calamari, pesto di rucola e olive di Gaeta
Un tavolo per quattro)

Ingredienti
500 g di Paccheri (io ho utilizzato la pasta fresca Pirro)
400 g di calamari
mezzo bicchiere di vino bianco
40 g di rucola
20 g di pinoli
20 g di parmigiano grattugiato
Olive di Gaeta q.b.
olio e sale

Ho messo sul fuoco l'acqua per la cottura della pasta. Nel frattempo ho tagliato i calamari a pezzetti e li ho messi in una padella con olio caldo (aglio a vostro gusto) facendoli saltare per un paio di minuti a fuoco vivo, poi ho bagnato con il vino bianco ed ho messo un coperchio, abbassando la fiamma. Ho fatto cuocere per circa dieci minuti, ho messo il sale, ho aggiunto le olive ed ho allontanato dal fuoco, tenendo in caldo con il coperchio.


Ho lavato la rucola e l'ho messa nel bicchiere del frullatore, spezzettandola grossolanamente. Ho aggiunto i pinoli e il parmigiano ed ho iniziato a frullare, versando un po' di olio a filo, fino ad ottenere una salsa dalla consistenza cremosa.


Ho messo a cuocere la pasta nell'acqua salata, a cui ho aggiunto un cucchiaio di olio per evitare che i paccheri si attaccassero tra di loro.


Ho scolato la pasta, l'ho condita con il pesto di rucola rigirandola delicatamente e poi ho aggiunto i calamari con il loro sughetto e le olive.



* piatto Saturnia
(piatto piano Linea Etrusca Dec. RM9)


Stampa la Notizia

25 commenti:

  1. Che colore...uno spettacolo!
    La pasta con i calamari è fra le mie preferite. Complimenti e a presto.

    RispondiElimina
  2. Mamma che buoniiii :D Fanno venire fame solo a guardarli! :) Complimenti, un bacione e buona serata :)

    RispondiElimina
  3. Questo piatto tesoro è piaciuto tantissimo anche a me, credimi! Che bontà! Bravissima, al pesce non so resistere..! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  4. la proverei mooolto volentieri! sarà buonissima. ciao maria grazia!

    RispondiElimina
  5. Ma sai che non lo sapevo neanche io?! Proverò ad usare questo trucchetto!!!
    Hai creato un piatto molto bello ma anche decisamente buono!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ha detto che si fa con tutti i molluschi: seppie, totani, calamari, polipi .. E comunque io congelo per comodità :-) Grazie, baci anche a te.

      Elimina
  6. Che bella questa ricetta, complimenti e un abbraccio paola

    RispondiElimina
  7. Furbo il ristoratore ahahaha,ma più furba tu che hai rubato l'idea. Buoni,buoni,buoni...

    RispondiElimina
  8. Ho appena finito di cenare ma a vedere un piatto così...ti torna immediatamente la voglia!

    RispondiElimina
  9. Sperimenterò il suggerimento del ristoratore e anche questo piatto. Di solito il pesto di rucola lo faccio con il salmone per la pasta, a credo che con i calamari sia buonissimo!
    Baci

    RispondiElimina
  10. Che bei colori in questo piatto!!!Se passi dal mio blog trovi un premio per te!Ciao Annamaria

    RispondiElimina
  11. Ottimi i tuoi paccheri, complimenti!!!!

    pastaenonsolo.blogspot.it

    RispondiElimina
  12. davvero ottimo questo piatto ... e grazie per la dritta! buon 2013 e felice giornata :*

    RispondiElimina
  13. i paccheri mi piacciono tantissimo, peccato che qui in Germania non riesca a trovarli! hai fatto davvero un ottimo piatto, complimenti e buona giornata!

    RispondiElimina
  14. I tuoi primi fanno uscire sempre gli occhi di fuori!!!
    Baci

    RispondiElimina
  15. Una vera tentazione il pesce cucinato così! Un abbraccio

    RispondiElimina
  16. wow velocissima ricetta e gustosissima! Un consiglio: poichè non amo le olive di Gaeta, quale altro tipo di olive può essere usato al loro posto? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi fare a tuo gusto, se non ami l'amarognolo usa pure delle olive più dolci, sia verdi che nere. Baci.

      Elimina
  17. Grazie a tutti. Sono contenta che questo piatto sia piaciuto anche a voi.

    RispondiElimina
  18. Sto sognando a occhi aperti di uscire per pranzo dall'ufficio... e trovarmi direttamente a casa tua con questi paccheri fumanti sul tavolo che aspettano me!!! Provo a stropicciare gli occhi... e ancora li vedo!!! Ma sicuramente appena uscirò da quella porta dovrò svegliarmi!!! Che s'è capito che mi son piaciuti????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhm, credo di sì, un pochino s'è capito ... Ahahahahaa... Grazie cara, un bacione.

      Elimina
  19. cosa vedono i miei occhi, un piatto delizioso adoro la rucola, un bacio

    RispondiElimina
  20. Ma che bei colori immagino la bontà

    RispondiElimina
  21. questi paccheri dicono "mangiami!!!" sono eccezionali, degni del migliore ristorante!!! bravissima! Bacioni marina

    RispondiElimina
  22. Anch'io compero il pesce, lo pulisco e lo congelo, mi trovo meglio, perchè abito in campagna, quindi ho il pesce nel congelatore e poi non ha gusti strani come quasi sempre capita quando si compera il pesce congelato! Riguardo la ricetta...che dire se non ...che deliziaaa, veramente golosissima! Complimentiiiii! Mi annoto subito la tua ricetta che farò al più presto! Grazieee
    Ti abbraccio
    ciaooo

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it