Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Brioches sofficissime ripiene


La brioche è il classico dolce che fa venire in mente l'inizio di una nuova giornata, accompagnata da un caffè, un cappuccino oppure una granita. A chi non piacerebbe svegliarsi la mattina con un dolce profumo di brioches appena sfornate? Credo che tanti di voi, come me, siano alla ricerca della ricetta ideale, ma dopo aver sperimentato vari impasti io personalmente sono giunta alla conclusione che la differenza la fa innanzitutto la lievitazione; non esistono tempi standard, una buona lievitazione dipende da tanti fattori: la forza del lievito utilizzato, la temperatura esterna, il grado di umidità, il modo in cui viene maneggiato l'impasto, la sua percentuale di idratazione. Inoltre, molti amano le brioches ricche di zucchero, ma lo zucchero tende ad indurire il risultato finale; infatti tante ricette di brioches che si trovano in circolazione prevedono pochissimo zucchero. Una buona alternativa è quella di sostituirlo con il miele. Se proprio si ama il gusto dolce, si può abbondare nella farcitura, oppure glassare le brioches all'esterno, a mio parere, senza appesantirle nell'impasto. Anche il burro, se presente in dose elevata, apporta sicuramente la sua morbidezza ad una brioche appena sfornata, ma il giorno dopo è molto probabile che la si ritrovi dura come un sasso. Con meno zucchero e meno burro avremo una brioche più vicina ad un pane, con più zucchero e più burro sarà più simile ad una torta. Questo è ciò che ho avuto modo di constatare con le mie varie prove, ma se c'è qualcuno di voi che può fornire argomentazioni diverse, ben venga!
In questa ricetta ci sono poche uova, poco burro e poco zucchero; insomma, queste brioches si avvicinano di più a dei panini morbidi semi-dolci che non alle classiche brioches del bar. Le ho preparate ieri sera, le ho protette con pellicola per alimenti e stamattina erano soffici come appena sfornate. Ripeto: è importantissimo farle lievitare bene. Ho utilizzato miele di acacia perché è quello che ha un gusto meno marcato, ma può essere sostituito con altri tipi di miele. Al posto del limone, per aromatizzare si potrebbe utilizzare ad esempio anche l'arancia, la vaniglia o il rum. Anche la farcitura può essere variata a proprio gusto.
Stampa la Notizia

Torta salata col bordo ripieno

Ottime in ogni occasione, le torte salate sono perfette se si hanno ospiti a cena o se si deve organizzare un buffet. Ne esistono tantissime versioni, per la maggior parte si tratta di ricette facili e veloci che si preparano in anticipo, con gli ingredienti che si hanno a disposizione al momento, e possono accontentare i gusti di tutti. Senza contare che possono essere comodamente trasportate, per le gite fuori porta o per il pranzo in ufficio. Questa versione che ho preparato ieri sera si ispira alla più famosa pizza col bordo ripieno, una sorta di cornicione imbottito solitamente di ricotta, ma anche con altri tipi di formaggi e con l'aggiunta di verdure: anche qui non c'è limite, ci si può sbizzarrire in base ai propri gusti e alla propria fantasia. Con le buone verdure disponibili in questa stagione ho farcito la mia quiche e il bordo imbottito, a parer mio, ha giovato anche all'estetica, il che non guasta mai.
Stampa la Notizia

Semifreddo con crema al mascarpone, mandorle e fragoline

Buon pomeriggio! Come è iniziata la vostra settimana? La mia va al rallentatore, sono in fase calante. Ciò non vuol dire che la mia cucina sia chiusa, ho la macchina fotografica con tante foto da scaricare, ho immortalato la preparazione di varie ricette ma mi manca il tempo per riportarle sul blog. Scrivere un post richiede tempo e fatica, e voi care colleghe e colleghi blogger lo sapete bene. E quando poi qualcuno ti avvisa di aver visto i tuoi post (e i suoi e quelli di tanti altri) prelevati senza autorizzazione e riportati parola per parola su un sito (uno dei tanti che fanno questo sporco giochetto) senza alcun riferimento all'autore del post originale, bè allora per un attimo ti chiedi chi te lo fa fare, ti viene voglia di mollare tutto. Devo ringraziare Francy del blog La Dolce Vita per avermi avvisato, non vi dirò qui qual è il sito che si appropria dei post degli altri perché non voglio regalargli né visite e né l'attenzione che non merita. Quel che è certo è che ha preso tanti miei post, addirittura nel suo elenco "Ultime ricette" vedo spuntare quasi ogni giorno quelle che ho pubblicato mesi addietro; con quale criterio venga a prelevarle, proprio lo ignoro. Sono molto amareggiata, ho bisogno di qualcosa di dolce.
Stampa la Notizia

Grissini morbidi ai semi di anice

Proprio non ce la faccio a non accendere il forno, magari cerco di farlo nelle ore più fresche della giornata, ma non posso farne a meno, è impossibile. E poi devo pur utilizzare l'eccesso di lievito madre derivante dai rinfreschi periodici, perciò mi sacrifico :-D Questa volta ho scattato poche foto e tutte molto spartane, con il caldo che c'è intorno si fa più fatica a far tutto. Spero comunque di riuscire a rendere l'idea di quanto siano sfiziosi questi bastoncini, scrocchianti all'esterno e morbidi all'interno. Anche in questa ricetta ho utilizzato il prodotto della Dolci&Pani per Scrocchiarella e Focaccia (già testato nel post della Focaccia che ho pubblicato giorni fa). Se volete ottenere un prodotto meno morbido, più scrocchiante, è sufficiente assottigliare le strisce con cui formare i grissini e far cuocere qualche minuto in più. Naturalmente, al posto dei semi di anice potete utilizzare altri tipi di semi a vostro gusto.
Stampa la Notizia

Hamburger con verdure in padella

 
Combattere il caldo con l'alimentazione vuol dire anche evitare pasti troppo ricchi - con primo, secondo e contorno - sia a pranzo che a cena. Bisogna sicuramente aumentare il consumo di frutta e verdura di stagione, senza però mai rinunciare al cibo: saltare i pasti non aiuta, anzi è dannoso. Il colore negli alimenti ha un ruolo importante, giacché viene conferito dalle sostanze ad alto potere antiossidante. Preparare i piatti con fantasia, variando gli alimenti anche nel colore, significa quindi alimentarsi bene. Ecco perché ieri ho preparato un bel piatto unico a base di carne e verdure, e i fornelli sono rimasti accesi per poco tempo, cosa da non sottovalutare. 
Chi mi segue saprà che nelle mie preparazioni non compare mai l'aglio (che proprio non riesco a digerire) e neanche la cipolla. Una sola però fa eccezione: è lei, la Rossa di Tropea, col suo inconfondibile sapore dolce. Questo è il suo periodo, e perciò la trovate nella ricetta che vi propongo oggi. 

[..] e quando ti taglia il coltello in cucina
sgorga l'unica lacrima senza pena.
Ci hai fatto piangere senza affliggerci [..]
("Ode alla cipolla" - Pablo Neruda)
Stampa la Notizia

Torta di ciliegie e mascarpone


Quest'anno di ciliegie ne ho comprate davvero poche. Quelle che ho utilizzato qui probabilmente saranno le ultime, fino al prossimo anno, perché come dice il proverbio: "Per San Paolino (22 giugno) ogni ciliegia ha il suo inquilino”. Ma sono anche le migliori ciliegie che ho trovato finora, grandi, dolci e succose. Oggi vi propongo una torta facile e veloce, davvero gustosa e ottima per la colazione, ma anche da servire a merenda. L'impasto non prevede né burro né olio, solo il mascarpone. Viene molto soffice, e anche in versione semplice, senza frutta, è molto buona.
Felice settimana!
Stampa la Notizia

Dolci&Pani - la Focaccia

Tempo fa ho ricevuto alcuni prodotti in omaggio dalla Dolci&Pani (di cui vi avevo parlato in questo post) e un po' alla volta li sto utilizzando per realizzare alcune mie ricette. In questi giorni ho deciso di provare il preparato per Scrocchiarella e Focaccia, mix di farina di grano tenero tipo "0", semola rimacinata di grano duro, fiocchi di patate, farina di avena, farina di orzo e altri componenti (chiaramente indicati sull'etichetta). Ho preparato la focaccia seguendo le istruzioni allegate alla confezione del prodotto. La ricetta di Dolci&Pani prevede un'alta idratazione e una lunga lievitazione, e il risultato è davvero ottimo. Non ho avuto bisogno di mixare vari tipi di farine né di mettere sale e zucchero (già presenti nel preparato), bisogna aggiungere semplicemente acqua e lievito. Ho poi farcito la focaccia a mio piacimento. A noi è piaciuta molto. Ecco il procedimento:
Stampa la Notizia

Cheesecake alle pesche e amaretti

Un dolcetto in versione davvero "mini": dose per quattro persone, perché si taglia in quattro spicchi ed è già finito! Tutto è iniziato da una crostata che avevo preparato un paio di giorni prima e avevo cotto "in bianco" perché dovevo riempirla di crema e poi di frutta. Ma dopo la cottura mi sono resa conto che la base era venuta troppo alta e allora l'ho assottigliata con un coltello ed ho tenuto da parte i "calcinacci" che avevo asportato. Mica potevo buttar via quella frolla semi-sbriciolata! Pensando a come poterla utilizzare, e chiedendo aiuto al frigorifero che come al solito mi viene in soccorso (un giorno o l'altro preparerò una targa con la scritta "Best Friend Award" e gliela appiccicherò sullo sportello) ho tirato fuori questa piccolissima cheesecake che mi riprometto di rifare raddoppiando - ma che dico: triplicando! - le dosi perché è davvero buonissima. Riuscirò a rifarla uguale? Ho i miei dubbi. Per fare questa qui, sono andata "a braccio", prendendo appunti sulle quantità degli ingredienti man mano che la preparavo. Ma per rifarla proprio uguale, dovrei prima preparare nuovamente la crostata, da cui ricavare la frolla da riciclare :-D :-D
Stampa la Notizia

Torta cocco e menta


"Venerdì e Sabato assaggio d'estate su quasi tutta la nostra penisola", così recita il meteo, precisando però che non durerà. Ad ogni modo, io mi sono preparata a questo "assaggio" con un altro genere di assaggio: ho sfornato un dolcetto dai sapori estivi, una classica torta cocco e menta, ma in versione glassata, dai colori brillanti e dal sapore fresco. E con questa vi auguro un felice e piacevole week end.
Stampa la Notizia

Polpettone con peperoni e pomodori

Che stress quando la sera vado a far la spesa di corsa, come quasi sempre accade, e prendo lo stretto necessario per l'indomani, pensando ad un pranzo veloce che possa sfamare quattro persone, e una volta arrivata a casa mia figlia mi dice: A proposito! Per domani a pranzo ho invitato la mia amica "X". Può venire? Ci sono problemi? Un attimo di smarrimento, e poi... ma certo, non c'è nessun problema. Però, a saperlo prima, avrei comprato qualcosina in più. E cosa ci faccio, adesso, con due soli peperoni e mezzo chilo scarso di carne tritata? Semplice: il "famoso" polpettone di casa mia. Sì, lo so, ne ho già pubblicate diverse, di ricette di polpettone, e questa è l'ennesima variante. Ma quando poi vedo che lo mangiano con gusto e mi sento dire "Signora, è buonissimo!" sebbene sia un piatto così semplice, allora penso che ne valga la pena di suggerire l'ennesima variante, magari può tornarvi utile. 
Stampa la Notizia

Zuccotto alle fragoline di bosco con crema di ricotta e pistacchi

E' primavera inoltrata, anche se guardando il cielo sembra di essere rimasti indietro di sei mesi. Qui al sud in realtà qualche giorno di sole in più ci è stato regalato, da questo tempo ballerino. E io ieri, mentre facevo la mia solita spesa, ho trovato le fragoline di bosco. Ovviamente non ho resistito, le adoro, molto di più dei fragoloni che oramai si trovano in abbondanza. Ne ho comprato una piccola quantità, quella che mi serviva per realizzare questo dolce, anche perché sono delicatissime e si rovinano subito. E con questo dolce oggi vi auguro una felice domenica. 
Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it