Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Crema al cioccolato senza uova


Questa crema al cioccolato è ottima per essere consumata al cucchiaio ma anche per farcire torte, crostate e dolcetti in genere. E' molto semplice e veloce da preparare e non prevede l'utilizzo delle uova. A piacere può essere profumata con un po' di rum o brandy, ma è buonissima anche senza il liquore, l'importante è utilizzare del cioccolato di buona qualità.
Stampa la Notizia

Plumcake salato con zucchine, provolone DOP e mandorle

Torno a ripetermi: il plumcake salato è una ricetta facile e veloce da realizzare, è ottimo da mangiare anche freddo e il giorno dopo è ancora più buono. Le varianti sono davvero tante, e così, dopo avervi proposto un Plumcake salato con pisellini, prosciutto cotto e provola, oggi vi presento un'altra versione, arricchita dalle mandorle in superficie. Le zucchine messe a crudo nell'impasto rilasciano la loro acqua durante la cottura, per cui ho limitato l'aggiunta di liquidi; inoltre non hanno un sapore particolarmente spiccato e quindi ho bilanciato con formaggi sapidi, come il pecorino e il provolone DOP. Per avere un gusto più deciso ho salato le mandorle, ungendole con poco olio sia per trattenere il sale sia per facilitare la doratura in forno. Con la stessa ricetta si possono realizzare dei muffins salati oppure utilizzare uno stampo a ciambella, l'effetto visivo risulterà forse anche migliore... proverò! 
Stampa la Notizia

46ª Sagra del Fungo - Camigliatello Silano (CS)


La tradizionale sagra del fungo, giunta ormai alla sua 46ª edizione, si svolgerà anche quest'anno a Camigliatello Silano, dal 9 all' 11 Ottobre. In programma tantissime manifestazioni di carattere culturale, folkloristico ed enogastronomico, con l'obiettivo principale di valorizzare la produzione locale, i sapori tipici calabresi ed i prodotti caserecci: salumi, legumi, formaggi come il Caciocavallo DOP e Podolico, e ancora la Patata Silana IGP, ma soprattutto i funghi, veri protagonisti dell'evento, esposti nelle caratteristiche ceste di vimini e pronti per essere assaporati secondo vecchie tradizioni culinarie. Al centro della scena c'è "sua maestà" il fungo porcino, vero e proprio traino di questo territorio, conosciuto in tutto il mondo, particolarmente carnoso e saporito al punto da essere un fungo unico in Italia per le sue caratteristiche organolettiche.

Molto più che una sagra, la manifestazione vuole essere un’occasione per far conoscere ed apprezzare le bellezze naturali e le tradizioni culturali del luogo. Ogni anno si registra un afflusso di pubblico proveniente oltre che dalla Calabria anche da regioni vicine quali la Puglia e la Sicilia. E come sempre, un'atmosfera festosa accoglie i turisti nelle strade dello splendido altopiano della Sila: ai piaceri del palato e della gola si uniscono intramontabili tradizioni locali come canti e balli, agli stand dei prodotti locali in bella mostra fanno da cornice rulli di tamburi, gruppi folk, sfilate di artisti di strada.

Insomma, un'altra bella occasione per vivere la Sila ed emozionarsi davanti al suo spettacolo di colori, paesaggi, odori, alla natura incontaminata e al calore della sua gente. 
Siete tutti invitati.

P.S. io ci sarò !




Stampa la Notizia

Frittelle di mele

Non si può dire che questa ricetta sia una novità. Tutti conoscono le frittelle di mele, a Carnevale si preparano più che in altri periodi, ma sono sempre un’ottima idea per la merenda o per togliersi uno sfizio quando manca un dolcetto, giacché si realizzano in fretta e si gustano calde (ma sono buone anche fredde). Per le frittelle di mele si utilizzano solitamente le mele golden, ma anche le renette o, come nel mio caso, le mele royal. Si possono aromatizzare a piacere con succo di limone o liquore e profumare ulteriormente con spezie come la cannella o lo zenzero.
Stampa la Notizia

Torta di patate e zucchine

Cucinare con poca spesa si può. Con ingredienti facilmente reperibili e di costo molto contenuto si possono preparare tanti piatti saporitissimi, purché le materie prime siano di buona qualità. Le patate sono forse l'ortaggio povero per eccellenza, sempre presente nelle dispense degli italiani e non solo. Talmente versatili da trovare impiego per la preparazione di qualsiasi portata e solitamente molto gradite da tutti, offrono all'organismo numerosi benefici e un grande senso di sazietà, ed essendo povere di calorie e ricche di fibre sono anche un valido alleato per la linea, a patto di scegliere il metodo di cottura giusto: il discorso si riferisce alle patate lesse o al massimo cotte in forno, ma ovviamente non vale per quelle fritte. Molto spesso si dice "sei una patata lessa" ad una persona che si considera goffa, imbranata. In realtà, anche con le patate lesse si possono preparare delle pietanze che ci fanno leccare i baffi...
Stampa la Notizia

Biscotti al cacao

Ricetta facilissima per realizzare dei golosi biscotti, buoni da "pucciare" nel latte ma anche da sgranocchiare. La frolla al cacao si prepara velocemente, ma il passaggio in frigorifero è fondamentale perché l'impasto risulterà morbido e un po' appiccicoso; poi basterà staccare delle piccole porzioni e formare i biscotti senza bisogno di stendere la pasta né di usare degli stampi appositi. Il passaggio nello zucchero a velo consentirà di ottenere una crosticina croccante che si formerà durante la cottura, dando luogo alle caratteristiche crepe.
Stampa la Notizia

Polpette di tonno e zucchine

Queste polpette di zucchine e tonno hanno un solo difetto: finiscono sempre troppo in fretta. Facilissime e veloci da realizzare, sono buone da mangiare sia calde che fredde, perciò si possono preparare anche in anticipo e trasportare agevolmente. Come sempre accade in cucina, non c'è una ricetta unica bensì ne esistono varie versioni: c'è chi le prepara aggiungendo delle patate lesse, chi usa la ricotta, chi provvede a cuocere le zucchine prima di unirle all'impasto. Io invece preferisco utilizzarle a crudo, trovo che il sapore cambi completamente; scelgo delle zucchine fresche e tenere (quindi di piccola taglia) e nell'impasto aggiungo la mollica di pane raffermo. Con questo impasto si possono preparare delle polpettine da impanare e friggere, come vi propongo ora, ma anche da cuocere in forno, con o senza panatura, secondo i propri gusti. Ingrediente importante è poi il pecorino grattugiato. Probabilmente qualcuno storcerà il naso pensando all'abbinamento tonno e pecorino, ma per me è proprio ciò che fa la differenza. Provatele, e poi mi direte...
Stampa la Notizia

Melanzane al forno con pomodori e mozzarella

Ricetta semplicissima che richiede poco tempo, specialmente se le melanzane utilizzate sono abbastanza dolci da non aver bisogno di essere spurgate per eliminare l'acqua amara di vegetazione, come nel mio caso. Basta mettere in teglia, tutto a crudo, e far cuocere in forno con un filo d'olio. Gli ingredienti della ricetta sono tutti abbastanza umidi per garantire la cottura senza altre aggiunte. Per un contorno gustoso e poco impegnativo o per una cena da preparare anche all'ultimo minuto.
Stampa la Notizia

Nchiambara con pancetta e pecorino

Questa ricetta, assolutamente semplice, povera, essenziale, è un piatto tipico del territorio cosentino. Non so bene se il nome esatto sia 'nchiambara, o 'nghiambara, di certo si tramanda da tempo immemorabile, le nostre bis-bis-bisnonne la preparavano per le loro famiglie numerose, ai tempi in cui non ci si poteva permettere di mangiare altro che non fosse pane e cipolle. Durante la cottura la pastella che avvolge le cipolle diventa croccante fuori e rimane morbida dentro, con una tipica consistenza collosa; del resto, è fatta solo di acqua e farina. Eppure è gustosissima. Qui ho seguito la ricetta tradizionale, ma invece di preparare un’unica grande frittata ho realizzato delle mini 'nchiambare, presentandole con un ripieno di pancetta e formaggio e aggiungendo un pizzico di peperoncino.
Stampa la Notizia

Torta alla ricotta con mirtilli rossi, lamponi e pistacchi

Ecco una variante della torta soffice alla ricotta senza burro postata qualche tempo fa. La variante mi è stata suggerita tramite un commento nella precedente ricetta: la persona che ha preparato la torta ha voluto sostituire le gocce di cioccolato con dei lamponi. Mi è sembrata un'ottima idea, sicuramente gustosa e adatta a questo tipo di dolce. Purtroppo non ho trovato i lamponi freschi e allora ho utilizzato un mix di frutta disidratata che avevo in dispensa, aggiungendo anche dei pistacchi...
Stampa la Notizia

Barchette di zucchine ripiene di insalata di riso


Le zucchine si trovano oramai durante tutto l'anno ma la stagione perfetta per consumarle è proprio l'estate. E l'insalata di riso è un classico delle ricette estive, possiamo prepararla con gli ingredienti più disparati e conservarla anche per qualche giorno, ma se si esagera con le dosi si rischia di ritrovarla a tavola sia pranzo che a cena. Perciò oggi più che una vera e propria ricetta voglio darvi un suggerimento per "riciclare" un eventuale avanzo. Già, perché nella mia cucina non si butta via nulla, tutto si trasforma...
Stampa la Notizia

Tortine ai mirtilli

Semplicissimi dolcetti preparati con un impasto di farina, yogurt, burro, uova, zucchero, lievito e mirtilli freschi. Per cuocerli ho utilizzato degli stampi in silicone e una volta sfornati li ho arricchiti con una golosa copertura di cioccolato bianco.
Stampa la Notizia

Ratatouille di verdure grigliate

Estate, stagione in cui l'orto si riempie di colori e regala tanti prodotti saporitissimi che in cucina possiamo sfruttare in mille modi diversi. Con un metodo di cottura senza grassi e qualche piccola aggiunta possiamo servire in tavola un piatto leggero e gustoso, da preparare preferibilmente con un po' d'anticipo, per dar modo ai sapori di amalgamarsi meglio, e che di certo appagherà gli occhi e il palato. Ecco la mia proposta ...
Stampa la Notizia

Il nuovo contest di un'amica blogger e ... una gradita sorpresa


Qualche giorno fa la carissima Simona (alias Batù) del blog Batuffolando mi ha contattato chiedendo la mia collaborazione, a titolo di amicizia e stima reciproca, per il nuovo contest che ha deciso di promuovere prendendo spunto dalle vacanze, dalla vostra preferenza se scegliere il mare o la montagna. E quando mi ha spiegato nel dettaglio i criteri di valutazione che aveva intenzione di introdurre per le ricette partecipanti, bé... mi ha invitato a nozze! Ricette semplici, casalinghe, ma non per questo non curate, con grande attenzione verso la salubrità e la genuinità degli ingredienti, il metodo di cottura sano, l'accostamento dei vari sapori e anche, in parte, per ciò che riguarda l'immagine e la presentazione del piatto. Ho accettato veramente con tanto entusiasmo di collaborare in qualità di giudice, come mi è stato richiesto; ruolo di responsabilità che cercherò umilmente di svolgere nel miglior modo possibile. Resto fermamente convinta che la partecipazione a questo genere di iniziative debba derivare soprattutto dalla voglia di condivisione e dal desiderio di mettersi in gioco per puro divertimento, ed è con questo spirito che vi invito a contribuire con le vostre bellissime ricette, seguendo le regole indicate nel post di Batuffolando
La durata del contest va dal 30 giugno al 30 settembre (salvo proroghe), per cui... vi aspettiamo!

Stampa la Notizia

Pasta al pesto di zucchine e basilico con pomodori secchi e mandorle

Il pesto di zucchine è una variante del più famoso pesto di basilico. Si prepara in maniera semplice e veloce e può essere utilizzato per accompagnare tanti tipi di piatti, estivi e non: pasta, bruschette, carni e formaggi, giusto per citarne qualcuno. Le zucchine hanno un gusto molto delicato, per cui si prestano bene all'accostamento con altri ingredienti dai sapori più decisi, come ad esempio ho fatto io nella realizzazione di questo primo piatto, dove a bilanciare la dolcezza delle zucchine provvedono sia la sapidità dei pomodori secchi che l'aroma intenso e inconfondibile delle mandorle tostate. Il pesto si può preparare anche frullando le zucchine crude, tuttavia il sapore cambia completamente, ed io preferisco prepararlo con le zucchine sbollentate per pochi minuti, in modo che siano morbide quel tanto che basta; a piacere potete aggiungere dell'aglio, se lo gradite. Per questo tipo di condimento va benissimo una pasta a formato corto purché rigata (rigatoni, tortiglioni, penne, mezze maniche, ecc.), in quanto la rigatura raccoglie meglio il condimento, ma anche la pasta a formato lungo (spaghetti, linguine, ecc.) e ancora meglio la pasta fresca, in tutti i suoi formati.
Stampa la Notizia

Insalata mista con yogurt greco

Le insalate pronte in busta sono indubbiamente comode, già porzionate e... lavate. Ma questo a dire il vero è un tema un po’ controverso: alcuni studi hanno dimostrato che andrebbero lavate nuovamente prima del consumo, a causa della presenza di numerosi batteri all'interno dei sacchetti di plastica che le contengono. Tuttavia le associazioni che riuniscono i produttori del fresco hanno prontamente smentito, fornendo rassicurazioni sulla totale sicurezza del prodotto. Di certo, è più facile che in una verdura già tagliata siano presenti batteri, le foglie iniziano a marcire più velocemente ed aumenta la predisposizione alla contaminazione. E’ quindi importantissimo prestare attenzione al momento dell’acquisto, valutando l’aspetto del prodotto, controllando la data di confezionamento e/o di scadenza e garantendo il più possibile la cosiddetta catena del freddo. 
Aprire una confezione, versare il contenuto nell'insalatiera e condire è più pratico rispetto alla serie di operazioni richieste dalla preparazione ordinaria di un’insalata mista. Ma come per tutti i servizi, c’è un prezzo da pagare: le verdure pronte costano indubbiamente di più, e il loro ciclo di produzione a livello industriale comporta il passaggio attraverso numerose fasi che tra l’altro hanno anche un certo impatto sull'ambiente. 
Che decidiate di utilizzare delle verdure pronte o meno, vi suggerisco un’idea sfiziosa da portare in tavola con un condimento alternativo e gustoso.
Stampa la Notizia

Crostini di pane ai funghi porcini e caciocavallo silano

Questa ricetta ha i sapori della Calabria, della mia amata Calabria che forma la punta dello stivale a cui è unita a settentrione, rimanendo su ogni altro lato completamente bagnata dalle acque del Mediterraneo. Terra di mare, quindi. Ma al tempo stesso regione montuosa: il 90% della sua superficie è prevalentemente collinare con ampie zone caratterizzate da montagne impervie, lungo gli Appennini e nel cuore del suo territorio, dal Pollino alla Sila fino all'Aspromonte. 

Fare una passeggiata nei boschi della Sila significa vivere una giornata irripetibile a contatto con la natura e il suo spettacolo di colori, paesaggi, odori. L'occasione viene offerta da Fattorie Aperte in Sila, un evento che riunisce decine di aziende agrituristiche della regione Calabria e che, arrivato alla decima edizione, ha inteso coinvolgere il mondo dei foodblogger per diffondere e far conoscere i prodotti di eccellenza e le meraviglie del territorio, attraverso un BlogTour che si svolgerà tra le fattorie dell’altopiano silano dal 22 al 25 giugno. Ma non è tutto: partecipando al Contest avrete inoltre la possibilità di essere premiati con una confezione di prodotti tipici calabresi. Per saperne di più, accedete a Facebook tramite il link 

L’altopiano della Sila con i suoi secolari boschi di latifoglie e conifere è l'habitat ideale per innumerevoli tipologie di funghi, come il prelibato Porcino Silano, particolarmente carnoso e saporito al punto da essere un fungo unico in Italia per caratteristiche organolettiche. Altro protagonista della ricetta è il Caciocavallo Silano DOP, sicuramente uno fra i più antichi e tipici formaggi a pasta filata del Mezzogiorno d’Italia, prodotto esclusivamente con latte intero fresco proveniente da allevamenti bovini situati nei territori elencati nel Disciplinare di produzione, secondo un processo di lavorazione minuziosamente definito e appartenente alla più nobile arte casearia. E non poteva mancare il peperoncino: nella cucina tradizionale calabrese è raro trovare una pietanza in cui non sia presente; viene utilizzato fresco oppure essiccato e poi macinato, ma anche per preparare il cosiddetto "olio santo", ottenuto facendo macerare il peperoncino tagliato a pezzettini in olio extravergine.

In questa preparazione, tanto semplice quanto ricca di sapori inconfondibili, ho unito i tre ingredienti della mia terra con uno degli alimenti più antichi del mondo: il pane.
Stampa la Notizia

Linguine alle verdure

Ricetta vegetariana. Cosa c'è di meglio della pasta per gustare le buone verdure di stagione? Oltre ad essere uno dei miei piatti preferiti, la pasta è l'alimento per eccellenza della dieta mediterranea, è digeribile, ricca di preziose sostanze e fonte di energia per l'organismo. Con le giuste dosi di condimento diventa un piatto unico che risolve velocemente il pranzo ma anche la cena. E poi, diciamolo: un piatto così ricco e al tempo stesso così leggero mette in tavola tanta allegria (e pure tanta fame...).
Stampa la Notizia

Torta morbida alle fragole


Ecco una torta morbida, umida e gustosissima. La preparazione è semplice e di sicura riuscita. In questo periodo dell'anno le fragole sono più che mai di stagione, vengono colte quando sono nel pieno della loro maturazione e non si possono conservare a lungo, deperiscono molto velocemente. La fragola è uno dei frutti che più amo inserire all'interno degli impasti delle torte soffici perché rilascia umidità e cuoce diventando cremosa al punto giusto. La base di questa torta è molto simile ad altre che ho già postato tempo fa, ma stavolta ho aggiunto un altro ingrediente che adoro, il pistacchio, ed ho optato per una forma bassa e rettangolare in modo da poterla poi tagliare a quadrotti. 

Stampa la Notizia

Panzerotti fritti con ripieno di carciofi e gamberetti

I panzerotti, chiamati anche calzoni o pizze fritte a seconda delle varie zone dell'Italia, vengono preparati con una normale pasta per pizza. Si tratta sostanzialmente di un cerchio di pasta ripieno che viene chiuso su se stesso a formare una mezzaluna. Nella tradizione pugliese viene farcito con pomodoro e mozzarella e poi fritto, mentre assume solitamente il nome di calzone nella versione al forno. Per il ripieno di panzerotti e calzoni si può lasciare spazio alla propria fantasia: così come avviene per la pizza, si possono farcire in tantissimi modi e saranno sempre e comunque buonissimi. Queste piccole porzioni che ho preparato qualche giorno fa, oltre che per il più classico dei buffet, si possono servire anche per un cosiddetto aperitivo rinforzato, sono degli stuzzichini che vanno sempre a ruba in ogni occasione e che questa volta ho deciso di farcire con ciò che avevo a disposizione in quel momento, come alternativa al classico ripieno di pomodoro e mozzarella che in ogni caso rimane uno dei più gettonati. 
Stampa la Notizia

Merluzzo con broccoli, pomodori secchi e mollica croccante

Il merluzzo servito insieme ai broccoli diventa un secondo di pesce davvero saporito, e per questo tipo di preparazione è molto adatto anche il baccalà. Anche qui, come nella versione al forno del merluzzo gratinato al limone con patate che ho pubblicato qualche tempo fa, ho utilizzato la mollica di pane tostata che nella cucina meridionale viene largamente impiegata. Ancora una volta, con pochi semplici ingredienti andiamo realizzare un piatto abbastanza completo e gustoso.
Stampa la Notizia

Insalata con uova e speck

Le insalate si servono solitamente come contorno o antipasto. La parola insalata fa pensare subito alle diete ipocaloriche, ma un'insalata sfiziosa è sempre un piatto ideale da portare in tavola, d'inverno come d'estate, anche per chi non è a dieta. Non solo verdure, crude o cotte, ma anche legumi, patate, ortaggi, frutta, e ancora formaggi, carne, pesce, pasta, riso e persino salumi: tutto si può preparare sotto forma di insalata. Una bella insalatona può costituire un ottimo piatto unico, soprattutto quando nei periodi di festa si tende a mangiare un po' di più e subito dopo si va alla ricerca di cibi meno elaborati che possano appagare il palato senza appesantire. 
Stampa la Notizia

Cuscus con erbe aromatiche, zucchine, pomodori e peperoni

Il cuscus (o cous cous) è l'alimento tradizionale di tutto il Nordafrica ed è anche molto diffuso nella Sicilia occidentale. Si ottiene dalla semola di grano duro bagnata con acqua che nella lavorazione artigianale viene sfregata tra le mani fino a formare dei granelli più o meno grossi, a seconda della dimensione desiderata. Questo procedimento è molto lungo, richiede una certa abilità manuale al fine di evitare che i grani diventino una massa appiccicosa e viene praticato nei villaggi di tutto il bacino a sud del Mediterraneo.
Nella produzione industriale i grani di cuscus una volta formati vengono asciugati e cotti a vapore e quindi essiccati nuovamente prima del confezionamento. In questo modo si ottiene il cuscus precotto che prima di essere consumato ha bisogno solo di essere messo a bagno in un liquido caldo, fino a quando i grani non si gonfiano nuovamente, processo che richiede pochi minuti.
Il cuscus in sé non è particolarmente saporito, ma è un'ottima base per accompagnare carne o pesce. Può essere aromatizzato con erbe e spezie e si abbina magnificamente nelle insalate con le verdure, ma anche con la frutta. E' molto nutriente e costituisce una base neutra per tanti tipi di piatti.
Questa versione alle verdure che vi propongo oggi è un piatto unico colorato, leggero e fresco, adatto anche per essere portato al lavoro per il pranzo: si può trasportare e consumare agevolmente, è gustoso e sazia senza appesantire.
Stampa la Notizia

Bocconcini di baccalà e pancetta con patate e sedano

Questi bocconcini di baccalà avvolti nella pancetta e serviti su un letto di patate si possono proporre sia come sfizioso antipasto "mare e monti" che come secondo piatto. La loro preparazione è molto semplice, è importante però che il baccalà venga prima dissalato perfettamente. La successiva bollitura del pesce favorisce un'ulteriore eliminazione del sale utilizzato per la sua conservazione. Per avvolgere i bocconcini di baccalà qui ho optato per le fettine di pancetta arrotolata, ma va benissimo anche la pancetta tesa, oppure il guanciale, purché affettati sottilmente. La cottura dei salumi fa aumentare la loro sapidità per cui è anche importante non prolungare eccessivamente il passaggio in padella. Le patate e il sedano con la loro nota dolce vanno infine a bilanciare i sapori per evitare che il piatto finale, nel suo insieme, risulti eccessivamente salato.
Stampa la Notizia

Risotto mele e noci

Un risotto forse un po' insolito ma molto delicato. Se amate il contrasto dei sapori dolci abbinati al salato sicuramente questo piatto vi conquisterà. La ricetta proviene da una pagina della rivista "Cucina Moderna", un numero di parecchi anni fa che conservo nel mio famoso scatolone. Ho apportato solo qualche piccolissima modifica, in base ai miei gusti. Per questa preparazione la varietà di mele più indicata è la Fuji, succosa e profumata, e se volete provare a realizzarlo vi consiglio di non cambiare tipo di mela perché il risultato sarebbe completamente diverso.
Stampa la Notizia

Torta sbrisolona integrale senza burro con pistacchi e confettura di mirtilli

Preparare una torta in cinque minuti si può. Preparare una buona torta come questa in cinque minuti dipende soprattutto dalla qualità delle materie prime utilizzate. Non tutti i dolci hanno bisogno della farina 00 per riuscire bene e oramai lo sappiamo, prediligere farine meno raffinate fa senz'altro bene alla nostra salute. In questa torta la farina integrale di frumento (ovviamente, parliamo di farina macinata a pietra) conferisce un profumo e un sapore davvero unici. La confettura extra di mirtilli rossi realizzata da un'azienda che offre solo prodotti genuini e di qualità superiore, con materie prime altamente selezionate e controllate, fa la differenza. Il pistacchio di Bronte, che ben si sposa con il sapore acidulo dei mirtilli rossi, aggiunge gusto e croccantezza. La scelta di sostituire il burro con un olio extravergine delicato fa sicuramente bene ai valori del nostro colesterolo "cattivo". Non c'è bisogno di impastare, basta mescolare gli ingredienti con un cucchiaio. Preparata di sera e gustata il giorno dopo: buonissima !!!
Stampa la Notizia

Rucola e gamberetti (insalata con arance al profumo di zenzero)

Gamberetti e rucola è un abbinamento perfetto, un equilibrio di sapori dove il gusto delicato dei gamberetti ben si sposa con quello pungente della rucola. L'aggiunta particolarmente azzeccata è quella dell'arancia, di cui si può utilizzare il succo ma anche direttamente la polpa come ho fatto io. Lo zenzero fresco apporta poi un sapore e un profumo che definirei sorprendenti (ma se non gradite, potete ometterlo). Questa insalata può essere servita come antipasto, all'interno di un menu a base di pesce, ma anche come un secondo particolarmente leggero e fresco. Bastano pochi ingredienti, semplici e di buona qualità, per ottenere un piatto d'effetto, facile da realizzare anche da chi solitamente va in crisi quando si tratta di cucinare.
Stampa la Notizia

Stuzzichini di pasta sfoglia ripieni (ricotta, rucola, radicchio e noci)

Questi stuzzichini salati sono un accompagnamento perfetto per l'aperitivo, ma naturalmente anche per essere portati in tavola al momento degli antipasti, o serviti durante un buffet. Semplicissimi da preparare, se si utilizza la pasta sfoglia già pronta. Bisogna solo prestare attenzione a far aderire bene i bordi, per evitare che in cottura possano aprirsi causando la fuoriuscita del ripieno. Le noci possono essere sostituite con pinoli o mandorle tostate e la ricotta con un altro formaggio cremoso. I ritagli di pasta sfoglia avanzati possono essere riutilizzati, attaccandoli l'uno con l'altro (assolutamente senza impastarli!) e stendendo nuovamente la pasta con un mattarello dopo averla fatta riposare per qualche minuto. Si perderà un po' di sfogliatura, ma in ogni caso.. non si butta via niente: ad esempio, io ho farcito la pasta dei ritagli con il classico ripieno di prosciutto cotto e formaggio ed ho ricavato altri 6 pezzi un po' più piccoli.
Stampa la Notizia

Frittelle di cavolfiore

Il cavolfiore è ricco di sostanze che fanno tanto bene alla nostra salute, ma come tutti gli ortaggi della famiglia dei broccoli spesso non è molto gradito, a cominciare dall'odore che sprigiona durante la cottura. Uno dei modi per farlo mangiare anche a chi non lo ama particolarmente è sicuramente quello di inserirlo in una soffice pastella e farne delle frittelle. Per cuocere il cavolfiore è necessario procedere alla sua pulizia eliminando man mano il torsolo e separando tra loro le cimette (in modo da avere dei piccoli pezzi che cuoceranno più velocemente). Le cimette vanno poi lavate con molta cura sotto l'acqua corrente e per la preparazione delle frittelle vanno prima lessate (preferibilmente a vapore) per 15/20 minuti finché risulteranno tenere.
Stampa la Notizia

Tagliatelle alle cime di rapa, pomodori secchi e capperi

Quando si tratta di preparare un primo con le cime di rapa vengono subito in mente le orecchiette, piatto della tradizione pugliese per eccellenza. E se invece per una volta provassimo ad utilizzare le tagliatelle? Ecco che cosa ne è venuto fuori...
Stampa la Notizia

Ciambelle dolci di patate

Le ciambelle dolci conosciute anche con il nome di graffe sono tipiche del periodo di Carnevale e risultano particolarmente soffici con le patate nell'impasto. Solitamente vengono fritte e poi ricoperte di zucchero ma altrettanto buona è la versione al forno. Tradizione vuole che a Carnevale vengano consumati tutti i cibi più prelibati per poi affrontare il periodo di astinenza della Quaresima, e anche se cerco sempre di evitare la frittura questa volta anch'io ho ceduto alla voglia irrefrenabile di gustare una golosa ciambellina fritta.  
Stampa la Notizia

Involtini di pesce spada all'arancia con pistacchi e uvetta

Ricetta della tradizione siciliana, gli involtini di pesce spada sono deliziosi in tutte le possibili varianti. Grigliati, al forno, in padella, con o senza il pomodoro, spesso farciti con capperi, olive e altri ingredienti tipici della cucina meridionale. Questa è una versione che prevede la panatura, qui il salato incontra la dolcezza del succo d'arancia e dell'uvetta e la crosta croccante racchiude la morbidezza del ripieno. Per realizzarla si possono utilizzare i pistacchi sia dolci che salati, in quest'ultimo caso si avrà l'accortezza di mettere un po' di sale in meno sulle fettine di pesce. 
Stampa la Notizia

Torta ACE

La torta ACE, così come il succo di frutta denominato con questa sigla, è una torta soffice a base di arancia, carota e limone. La sigla ACE è un acronimo, e su questo non ci piove. Ma allora se A sta per Arancia e C sta per Carota, cosa c'entra la E? Dovrebbe semmai essere "ACL". E invece no, perché questa sigla non deriva dalle prime lettere dei tre ingredienti principali, bensì dalle iniziali delle tre principali vitamine presenti: la vitamina A, la vitamina C e la vitamina E. Anche questa torta, così come la bevanda, si presenta con un colore molto intenso, in particolar modo perché qui ho utilizzato il succo di arance della varietà "moro", che rispetto alle altre rosse si distinguono per il gusto più intenso e il colore più acceso. In questo periodo le arance sono un frutto di stagione, approfittatene anche voi per preparare questa torta facile facile e davvero tanto buona.
Stampa la Notizia

Maritozzi salati

Il maritozzo è indubbiamente un dolce, ed è tipico della cucina romana e laziale in generale. L'origine del nome si attribuisce al fatto che in tempi passati durante il periodo prematrimoniale gli uomini, per tradizione, lo offrivano alle loro future spose, le quali chiamavano appunto maritozzi i loro donatori. Questi panini morbidissimi si ottengono da un impasto di pane con l'aggiunta di zucchero, uova, olio oppure burro, che viene poi ulteriormente arricchito con uvetta e scorze d'arancia candita, a volte anche con pinoli sebbene questi non siano previsti nella ricetta originale. L'impasto viene modellato a formare dei panini ovali; una volta cotti e raffreddati vengono tagliati al centro, oppure leggermente di lato, e farciti con tanta panna montata, per essere gustati soprattutto a colazione. I maritozzi sono molto imitati e spesso in tante diverse versioni. Io mi sono ispirata alla versione dolce trasformandola addirittura uno spuntino salato...
Stampa la Notizia

Biscotti al caffè

Le ricette di biscotti al caffè che si trovano in circolazione prevedono nella quasi totalità l'utilizzo del caffè solubile in polvere, che però io non gradisco particolarmente. D'altro canto, è difficile caratterizzare il gusto della frolla utilizzando il caffè liquido, che non può essere aggiunto in grandi quantità per non sbilanciare la consistenza della pasta, laddove i liquidi vengono già apportati dalle uova o da altri ingredienti eventualmente previsti. Perciò qui ho utilizzato una frolla sablè senza uova. E' una frolla molto friabile che prevede solo farina, burro e zucchero, perfetta per realizzare biscotti e piccola pasticceria. Il caffè espresso ne caratterizza il colore, il profumo e il sapore. Per rendere ancora più golosi i miei biscottini dopo la cottura ho messo al centro un cucchiaino di crema al cacao e nocciole e li ho accoppiati.  
Stampa la Notizia

Tiramisù ricotta e pere

Questa alla ricotta e pere è una variante del classico tiramisù, dolce italiano straconosciuto che non ha bisogno di presentazioni ed è sicuramente uno dei più amati nel mondo intero. In realtà con la pubblicazione di questo post sono molto in ritardo, visto che è passato più di un mese (anzi, quasi due) da quando ho ricevuto una mail da parte della redazione del blog MatildeTiramiSu nella quale mi è stato annunciato che la mia ricetta Tiramisù a zuccotto era stata scelta per essere inserita nel calendario 2015 di Matilde Vicenzi, che è stato dedicato interamente a questo dolce. Prima di Natale ho ricevuto anche un pacco dono con alcuni prodotti, tra i quali naturalmente i famosi savoiardi. E ovviamente avevo subito deciso di utilizzarli per realizzare un nuovo tiramisù. Il tempo scorre sempre troppo in fretta, ma per la serie "meglio tardi che mai" oggi vi propongo questa versione e vi lascio anche il link del Calendario del Tiramisù che se vi fa piacere potrete liberamente scaricare dal blog di Matilde Vicenzi.



Stampa la Notizia

Spaghetti alla crema di zucca con pane croccante alle acciughe

La crema di zucca è una pietanza delicata che si può gustare da sola o in abbinamento con altre verdure, formaggi o salumi, e con i crostini di pane diventa una zuppa deliziosa e nutriente. Viene subito da immaginarla dentro ad una tazza fumante con un bel cucchiaio accanto, ma.. avete mai pensato di gustarla insieme agli spaghetti? Io ci ho provato e per bilanciare il gusto dolce della zucca e la consistenza morbida della crema ho abbinato il sapore deciso delle acciughe e la croccantezza del pane tostato. Praticamente, il classico piatto di "spaghetti con la mollica" ma con un ingrediente in più.
Stampa la Notizia

Zuppa di ceci e porcini

La zuppa di ceci e porcini è un ottimo piatto unico che rientra a pieno titolo nella categoria dei cosiddetti comfort food. L'abbinamento perfetto degli ingredienti di questa zuppa si completa con un bicchiere di buon vino rosso ed è l'ideale per scaldare le fredde serate invernali.
La parte più complicata è la cottura dei ceci, ma c'è da dire che quelli precotti, in scatola o ancora meglio nei vasetti di vetro, possono costituire una buona alternativa e spesso sono di ottima qualità.
Come cucinare i ceci
Questi sono i principali accorgimenti che consentono di ottenere ceci teneri e saporiti: se si utilizzano i legumi secchi è indispensabile l'ammollo (meglio se per una notte intera) seguito da una cottura lenta a fiamma bassissima (in genere occorrono circa un paio d'ore). Il sale va messo soltanto alla fine; in caso contrario farebbe indurire i legumi, così come eventuali ingredienti acidi quali pomodoro, aceto o succo di limone. Per ridurre il tempo di cottura si può utilizzare la pentola a pressione, e in questo modo si impiega circa la metà. 
Nello specifico, per questa ricetta:
Stampa la Notizia

Pizza ripiena con broccoli e salsiccia

La "pitta" ripiena è un grande classico della cucina calabrese e non solo. Due dischi di pasta lievitata racchiudono una farcia che può essere costituita da vari ingredienti, ma una delle più gettonate nel periodo invernale è proprio quella con broccoli (o cime di rapa, o friarielli, come vengono chiamati in altre zone d'Italia) e salsiccia. Avevo già pubblicato questa ricetta (vedi Pitta china con broccoli e salsiccia) ma qui ve la ripropongo in una veste un po' diversa, con l'aggiunta della pancetta a cubetti.  
Stampa la Notizia

Plumcake salato con pisellini, prosciutto cotto e provola

Il plumcake salato è una ricetta facile e anche molto veloce da realizzare, una torta salata morbida e gustosa ottima da mangiare anche fredda oltre che tiepida, perfetta come pietanza da buffet o per una gita fuori porta e per il pranzo fuori casa. Si può preparare in anticipo, anche un giorno prima, anzi direi che ciò è preferibile. Può costituire un piatto unico completo e nutriente, le varianti sono tantissime e con lo stesso impasto si possono realizzare delle monoporzioni o utilizzare degli stampi di diverse forme e ottenere così delle torte salate davvero sfiziose.
Stampa la Notizia

Torta di mele soffice alla ricotta (ricetta senza burro)

Ecco una torta di mele soffice e con pochi grassi. Dalla consistenza molto simile a quella di un plumcake, risulta abbastanza umida per la presenza della frutta, mentre l'assenza di burro la rende piuttosto compatta, poco friabile ma comunque morbida e gustosa. In questo caso ho utilizzato una teglia grande perché volevo ottenere una torta bassa, ed ho messo tutte le mele sopra. Se si preferisce si può anche utilizzare una teglia più piccola e distribuire metà delle mele nell'impasto e il resto in superficie. Il risultato sarà comunque molto molto buono, e non potrebbe essere diversamente, quando si tratta di torte di mele... 
Stampa la Notizia

Fusilli alla silana

Piatto tipico della cucina calabrese, i fusilli alla silana racchiudono i sapori ricchi e robusti della gastronomia di questa regione e vengono preparati con prodotti del territorio: pasta fresca, funghi, pomodoro, carne di maiale (salsiccia fresca, ma anche guanciale o pancetta), l'immancabile peperoncino e una spolverata di formaggio grattugiato (pecorino locale ma anche ricotta affumicata, per un sapore ancora più deciso). 
Stampa la Notizia

Pesto di carciofi con pancetta, pinoli e parmigiano

Quando si parla di pesto viene subito in mente il tipico condimento originario della Liguria in cui l'elemento fondamentale è il basilico, o meglio ancora il basilico genovese, pertanto il termine "pesto" qui può risultare improprio. Tuttavia per questa crema di carciofi ho preso in prestito alcuni degli ingredienti che si utilizzano anche per il pesto, ovvero il parmigiano grattugiato ed i pinoli, che ho frullato insieme ai carciofi. Per ottenere un gusto particolare e ancora più ricco ho aggiunto nel bicchiere del frullatore anche della pancetta affumicata. La salsa così ottenuta può essere utilizzata come condimento di primi piatti ma non solo, ad esempio è buonissima anche spalmata sui crostini o sul pane fresco, oppure per insaporire secondi piatti, torte salate, pizze e focacce e tutto ciò che la fantasia suggerisce. 
Stampa la Notizia

Crema di funghi con zucchine e bresaola di tacchino

Una ricetta recuperata dal mio scatolone, su un ritaglio di giornale che recita: I funghi hanno pochissime calorie, solo 11 per 100 g. Le zucchine danno a questa zuppa un gusto delicato e, grazie alla cottura veloce, mantengono inalterato il loro patrimonio di vitamine. Calorie per porzione: 130. Io però ho aggiunto un po' di vino bianco durante la cottura, poi ho aggiunto i crostini di pane e la bresaola, e un filo d'olio nel piatto finito: insomma, qualche caloria in più rispetto alla ricetta originale. Che altro dire... questa crema di funghi l'ho trovata davvero gustosa, pur nella sua semplicità.  
Stampa la Notizia

Buon Anno


In questo Nuovo Anno
ti auguro di essere così folle
da aver fiducia nel prossimo nonostante
le ingiustizie subite.
Ti auguro di essere così caparbio
da lottare per i tuoi sogni più intimi
quelli per cui si spera una vita.
Ti auguro di essere così lucido
da impegnarti in ogni cosa come se da essa
dipendesse la tua intera vita.
Ti auguro di essere sveglio
così tanto da vivere nell'istante che stai vivendo
per trarne gioia, forza ed energia.
Ti auguro di avere cuore e braccia grandi
per accogliere in te tutta l’immensa gioia
dei tuoi sogni e progetti che diventano realtà.

(Stephen Littleword)

Stampa la Notizia
Template by Dlmdesign.it