Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Pane Colomba di Pasqua

Come fare un pane a forma di colomba, senza utilizzare uno stampo. Eh già, perché gli stampi in carta da forno vanno bene per gli impasti dolci, per le torte salate e per i pani morbidi, che devono cuocere a temperature sicuramente inferiori rispetto a quelle del pane classico, ovvero quel pane con la crosta spessa e la mollica asciutta che portiamo in tavola tutti i giorni. Anche gli stampi in metallo, in realtà, pur avendo un rivestimento antiaderente, non sempre vanno bene per cuocere questo tipo di pane. E allora, onde evitare che la carta da forno prenda fuoco o che l'impasto si attacchi irrimediabilmente sul fondo di uno stampo non idoneo, ecco la soluzione. L'idea mi è venuta dopo aver visto sui social alcuni tutorial di colombine in pasta brioche, modellate a mano. Su questa particolare colomba di Pasqua, al posto delle mandorle e della granella di zucchero, ho messo i semi misti che si usano solitamente per la panificazione. Ho utilizzato le farine che avevo in dispensa, ma naturalmente la composizione dell'impasto può essere variata a proprio piacimento, avendo cura di bilanciare l'idratazione se le farine assorbono più o meno liquidi rispetto a ciò che ho messo io. Con queste dosi si ottiene un pane di circa 1 kg. Qui ho utilizzato la planetaria perché l'impasto è abbastanza idratato (70%) ed è difficile lavorarlo a mano. Se non possedete un'impastatrice potete procedere comunque manualmente, magari diminuendo un pochino la quantità di acqua prevista dalla ricetta. Se poi siete sufficientemente esperte in tecniche di panificazione, potreste anche sfruttare l'autolisi. Ma non mi dilungo sull'argomento e passo ad illustrarvi il procedimento che ho adottato io questa volta...


Pane Colomba (pane semintegrale con semi misti)

Ingredienti
350 g di farina integrale (macinata a pietra)
100 g di farina tipo 0
50 g di semola rimacinata
125 g di lievito madre (già rinfrescato)
350 g di acqua 
15 g di malto liquido (oppure miele di acacia)
10 g di sale
10 g di olio extravergine
semi misti q.b. (sesamo, papavero, lino, girasole)
semi di zucca q.b.

Setacciare le farine in una ciotola per ossigenarle ed eliminare i grumi (la crusca che rimane nel setaccio va aggiunta nuovamente e mescolata). Nella ciotola dell'impastatrice mettere l'acqua (a temperatura ambiente) e il lievito e far sciogliere (a mano o azionando la foglia a bassa velocità). Aggiungere il malto (o il miele). Montare il gancio a "S" e incorporare il mix di farine poco per volta. Versare il sale e per ultimo l'olio. Lavorare fino a incordatura, poi rovesciare l'impasto sul piano infarinato e lavorare ancora un poco a mano, formando un panetto liscio e omogeneo. Porre in una ciotola capiente, coprire con pellicola per alimenti e far puntare per circa un'ora o due al massimo (dipende dalla temperatura esterna). 


Rovesciare l'impasto sul piano infarinato, allungarlo delicatamente formando un rettangolo ed eseguire un giro di pieghe a tre


Coprire nuovamente e attendere per almeno mezz'ora, quindi ripetere le pieghe e far lievitare fino a che l'impasto riprende volume. 

Rovesciare nuovamente sul piano.


Dividere l'impasto in due parti (2/3 + 1/3 circa), incurvare il pezzo più piccolo formando una C e poggiarlo nella teglia.


Lavorare l'altro pezzo sagomando la testa, il busto e la coda della colomba, come da foto:


Poggiare nella teglia sovrapponendo (vedi foto) e pirlare la parte della testa e del busto; schiacciare leggermente la parte della coda. Far lievitare coprendo la teglia con uno strofinaccio (io solitamente metto nel forno spento, con lo sportello chiuso).


Quando la lievitazione sarà al punto giusto, spennellare delicatamente con un po' di acqua e distribuire i semi misti su tutta la superficie; distribuire anche i semi di zucca (io ho preferito mettere questi ultimi solo sulla parte centrale, e non sulle ali della colomba). Con un coltellino sagomare la coda praticando due tagli longitudinali e incidere anche la testa sui due lati.


Incidere anche le ali e praticare un ultimo taglio anche sul dorso.


Preriscaldare il forno a 230°C, infornare il pane per 15 minuti a questa temperatura, poi abbassare a 200°C per altri 10 minuti ed infine a 180°C fino a cottura totale (ovvero altri 25-30 minuti circa).


Togliere subito il pane dalla teglia e metterlo a raffreddare su una gratella.


Risultato esterno:


L'interno:


Con questa ricetta partecipo a Panissimo#39, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da 
Sandra di Sono io, Sandra,  e Barbara, Bread & Companatico
questo mese ospitata nel blog Un Condominio in cucina



Stampa la Notizia

10 commenti:

  1. Il tuo contributo a Panissimo con questo meraviglioso pane a forma di colomba, mi permette di scoprire il tuo blog!
    Sono felice di conoscerti e continuerò con piacere a leggerti. :-))
    Grazie Maria Grazia!
    Ti auguro una serata piena di sorrisi :-DDD

    RispondiElimina
  2. Ciao MGrazia, questa colomba salata è un'ottima idea!!!il lievito madre come lo posso sostituire?(l'anno scorso l'avevo fatto poi, non avendo tempo per stargli dietro, l'ho buttato). Con la bustina di lievito madre della Paneangeli oppure con il classico lievito di birra???in che quantità? le proporzioni con gli altri ingredienti rimangono le stesse?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! E' un po' lungo da spiegare, ti mando un messaggio in privato :)

      Elimina
    2. Grazie!!!Ho già letto..... un caro saluto e Buona serata!!!

      Elimina
  3. Ciao Maria Grazia! Che brava che sei, hai realizzato una vera opera d'arte! Immagino che bontà!
    Un abbraccio e buona serata!
    Kiss Rosa

    RispondiElimina
  4. Che bella e che spettacolo :-D , complimenti davvero . Buona giornata un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ma che bella idea hai avuto è bellissima e si sa che anche di gusto è una meraviglia. Preparato in casa il pane è sempre più buono !

    RispondiElimina
  6. Che idea fantastica a golosa al pari della classica colomba dolce! Amica mia questo pane deve essere una meraviglia in bocca:)

    RispondiElimina
  7. Ciao, ho appena visitato il blog di Marina dove proponeva una tua ricetta e sono venuta a farti visita e a farti i complimenti per le delizie che prepari.
    Anche questo pane è meraviglioso sia per la lievitazione e cottura sia per la forma che gli hai dato, complimenti!
    Ti seguo molto volentieri e complimenti ancora per i 500 lettori fissi!
    Un caro saluto da Gabry

    RispondiElimina
  8. MICIDIALE! STUPENDA! INCREDIBILE IDEA!!!
    grazie cara

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it