Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Muffins alla marmellata

Come si fa a non far cadere la marmellata sul fondo durante la cottura? Domanda ricorrente a cui il più delle volte si cerca risposta leggendo qua e là, o scambiando informazioni con amiche/amici e conoscenti. Lo stesso problema si ha anche con le gocce di cioccolato, con i pezzetti di frutta e via dicendo. Le soluzioni che vengono più comunemente proposte sono due: prima di incorporare all'impasto infarinare oppure congelare quegli ingredienti da aggiungere a pezzi che vorremmo poi ritrovare ben distribuiti nel nostro dolce. Ebbene, io ci ho provato varie volte, ma nessuno dei due metodi ha funzionato in assoluto, nel senso che nella maggior parte dei casi non è servito ad evitare la caduta sul fondo. Ma perché a volte sì e a volte no? La risposta soddisfacente l'ho avuta da un maestro pasticcere, durante un corso di formazione sulle basi della pasticceria: dipende dall'impasto. Più esso è denso e compatto e meglio sosterrà questo tipo di aggiunte che andremo a fare, mentre all'interno di un impasto fluido tenderanno inevitabilmente a scendere verso il basso. Così ho smesso di fare tentativi più o meno empirici: fatta eccezione per le frolle, la marmellata nei dolci soffici la vado a mettere dopo la cottura, e non se ne parla più :) 


Muffins super soffici con confettura ai frutti di bosco

Ingredienti (per 12 muffins)
2 uova medie
150 g di zucchero semolato
125 g di burro morbido
125 g di yogurt (alla frutta, alla vaniglia o anche bianco, in base ai propri gusti)
buccia di limone grattugiata
240 g di farina 
16 g (una bustina) di lievito per dolci
un pizzico di sale
q.b. Fiordifrutta ai frutti di bosco Rigoni di Asiago
q.b. zucchero a velo per lo spolvero

Amalgamare il burro con lo zucchero semolato utilizzando delle fruste, fino a che il composto assumerà la cosiddetta consistenza "a pomata". Incorporare le uova una alla volta.


Versare lo yogurt e proseguire la lavorazione con una spatola. Aggiungere anche la buccia di limone grattugiata ed infine la farina setacciata con il lievito.


Riempire i pirottini (fermandosi come sempre al di sotto del bordo superiore) e collocarli in una teglia per muffins. Infornare a 180°C per 25 minuti circa. Estrarre i dolcetti dalla teglia e far raffreddare su una gratella.


Praticare un foro centrale utilizzando un levatorsoli. Riempire le cavità ottenute con la confettura.


Spolverare con lo zucchero al velo prima di servire.


Stampa la Notizia

11 commenti:

  1. Faccio sempre i muffins per la colazione, più o meno con ricetta simile alla tua. Hai avuto una splendida idea, la marmellata mi va sempre sul fondo. Invece con le gocce di cioccolato sono un po' più fortunata. Grazie dell'idea. Ciao. Ale.

    RispondiElimina
  2. Belli e golosi, un regalo averli a colazione, un abbraccio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già, sono sempre graditi, anche quando fa caldo come adesso :)

      Elimina
  3. Sono bellissimi i tuoi muffins marmellatosi!prenderò spunto per un'ottima merenda☺un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Sai che esiste un apposito "estrattore di cuore per muffins"? Sì ha un nome orribile, però è funzionale! In realtà devo dire che anche la tua soluzione "levatorsoli doppio uso" mi piace tantissimo...l'arte di aggiustarsi in cucina mi incanta sempre! un bacio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sì, ho capito di quale attrezzo parli, ho una quantità industriale di carabattole da utilizzare in cucina ma questo ancora mi manca :-D Grazie mille!

      Elimina
  5. Non so che ricetta hai usato in questi muffin, ma da vedere la marmellata non scesa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, molto meglio metterla dopo, anche perché in cottura, quando non va a fondo, un pochino viene sempre assorbita e l'effetto finale è diverso, pure per il palato ^_^

      Elimina
  6. Ho letto con molto interesse il tuo post perchè mi ci sono ritrovata anche io tante e tante volte! Grazie innanzitutto per la spiegazione del mastro pasticcere ma soprattutto per il tuo trucchetto, alla foine è la soluzione ideale. Un po come quando faccio la Crostata con Nutella,che aggiungo solo dopo a freddo la Nutella altrimenti in cottura si spacca e si secca tutta!

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it