Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Vellutata di zucca alla liquirizia


Cremosa e delicata, la vellutata di zucca è uno dei classici comfort food di stagione, facilissima da preparare sia nella versione più semplice che con aggiunta di verdure e ingredienti vari, come ad esempio legumi, spezie ed erbe aromatiche. 
La zucca è forse l'ortaggio autunnale più versatile e più semplice da usare in cucina. Con il suo bel colore caldo e brillante mette allegria e nonostante il suo sapore dolce è consigliata ai diabetici, perché contiene pochissimi glucidi, ed ha anche pochissimi grassi: per il 90% è costituita solo da acqua. La polpa è ricca di vitamine e antiossidanti e persino i suoi semi sono buoni e fanno bene. Come prepararla? Be', c'è solo l'imbarazzo della scelta (potete trovate tutte le mie proposte cliccando su questo link: Ricette con la zucca).  
Ho avuto modo di gustare il particolarissimo abbinamento con la liquirizia qualche giorno fa, in un rinomato ristorante della mia zona. Una piccola porzione di vellutata di zucca accompagnata da cubetti di pane tostato mi è stata servita all'interno dell'antipasto, insieme a vari assaggi di altre sfiziose pietanze. Non so quale fosse la ricetta di base dello chef di quel ristorante, io ho preparato la vellutata a modo mio ed ho replicato l'accoppiata zucca/liquirizia, togliendo però il pane e mettendo i semi di zucca tostati.
A proposito di liquirizia, apro una parentesi: forse non tutti sanno che in Calabria nasce la migliore a livello mondiale, particolarmente equilibrata nel gusto dolce/amaro e che perciò, a differenza di quella prodotta in altri paesi (molto più amara), non necessita di essere trattata con additivi ed edulcoranti. 
In Italia circa l'80% della produzione di liquirizia proviene dalla costa ionica della Calabria e in particolare dai comuni di Rossano e Corigliano Calabro, in provincia di Cosenza. Unico al mondo è anche il Museo della Liquirizia "Giorgio Amarelli" (http://www.museodellaliquirizia.it/) che custodisce la storia di questo prodotto, conosciuto da secoli per le sue eccezionali proprietà benefiche e citato in antichi trattati di medicina di varie civiltà.
Bene, chiudo la parentesi. Passiamo alla ricetta ...


Vellutata di zucca alla liquirizia

Ingredienti
400 g di polpa di zucca
200 g di patate
1 piccola cipolla rossa di Tropea IGP
1 costa di sedano
2 cucchiai di semi di zucca
1 cucchiaino di liquirizia di Calabria DOP in polvere
olio extravergine
sale

Tagliare la polpa di zucca a dadini. Fare lo stesso con le patate e il sedano e affettare la cipolla.


Versare due cucchiai di olio in una padella e far appassire la cipolla, aggiungere il sedano e dopo un paio di minuti le patate e la zucca.


Versare dell'acqua, in quantità tale da non ricoprire completamente le verdure. Salare, coprire con un coperchio e portare a cottura (circa 20 minuti).


Far intiepidire e poi ridurre in crema utilizzando un frullatore ad immersione.


Suddividere la vellutata di zucca in quattro coppette, distribuire i semi in precedenza tostati e spolverare con la liquirizia.


Servire subito.



Con questa ricetta partecipo al contest:
ideato da Una mamma che cucina e ospitato dal blog Dolce forno


Stampa la Notizia

9 commenti:

  1. Ma che ricetta curiosa!!!
    Io l'ho preparata pochi giorni fa ma sono rimasta a quella più tradizionale,la tua vellutata con l'aggiunta di liquirizia mi incuriosisce parecchio!!Magari se trovo la liquirizia la provo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Sapevo della rinomata liquirizia calabrese perché l’ho potuta gustare anni fa ad un evento a Torino ed è davvero eccellente! Chissà che bontà questo abbinamento. Pensa che sto sorseggiando una tisana alla liquirizia proprio adesso ... ma preferirei la tua vellutata 😁😋

    RispondiElimina
  3. Adoro la vellutata di zucca ma con la liquirizia una vola finite le scuole superiori non ho più avuto a che fare... ma sono curiosissima di provare questo piatto. A presto LA

    RispondiElimina
  4. Qui la liquirizia nel contesto è poca va bene anche per me perchè chi ha la pressione alta la liquirizia è sconsigliata parola di medico. Preso nota un abbraccio e buona serata.

    RispondiElimina
  5. Una bella idea l'aggiunta della liquirizia... da rifare!!!!

    RispondiElimina
  6. Davvero originale! Un uso della liquirizia stuzzicante, mi piace molto :)Sono una grande consumatrice di vellutata di zucca e così non l'ho mai provata, grazie per la bella idea!
    Se ti va puoi portarla al contest che ospito per questo mese, il tema sono le spezie, la tua ricetta è perfetta :)
    Ti metto il link, se ti fa piacere, ti aspetto
    https://dolceforno-sandra.blogspot.it/2017/11/meat-free-contest-e-le-spezie.html

    RispondiElimina
  7. Le vellutate le gradisco sempre molto, che sianodi patetae, piselli, finocchi e di zucca come nel tuo caso! L'abbinata con la liquirizia è poi davvero particolare e mi intriga molto. Carina e golosa l'idea di sostituire i corstini di pane con i semi di zucca! Bravissima :)

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it