Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Cuculi di Pasqua

Questi sono dolci pasquali tipici calabresi, prendono nomi diversi a seconda delle diverse zone della Calabria e vengono chiamati anche cuzzupe, pupi, ninni, cuddrura. A Cosenza si chiamano cuculi e nella forma tradizionale ricordano un neonato in fasce; l'uovo che viene inserito prima di infornare simboleggia risurrezione dalla morte e fertilità. Con due piccoli rotolini di pasta si forma poi una croce sul guscio dell’uovo. Questo è il nostro cuculo tradizionale (per la preparazione, vedi ricetta al link cuculi di pasqua tradizionali calabresi ) :
A casa mia però le uova sode non piacciono (e ti pareva!) perciò ogni anno le uova dei cuculi finisco sempre per mangiarle tutte io. Questa volta ho deciso di inserire degli ovetti di cioccolato, che verranno sicuramente consumati fino all'ultima briciola. Ovviamente, non potevo metterli prima di infornare! Ho fatto così:

Cuculi
Un tavolo per quattro)

Ingredienti:
500 g di farina 00 + quella per il piano di lavoro
3 uova 
125 g di zucchero
125 g di burro
125 ml di latte
la buccia grattugiata di un limone
1 bustina di lievito
un pizzico di sale
1 tuorlo, poco latte e 1 cucchiaino di zucchero per spennellare
nutella e scagliette di zucchero colorate

In una terrina setacciare la farina con il lievito, formare una cavità al centro, unire lo zucchero, le uova, il sale, il burro ammorbidito per pochi secondi nel microonde (o lavorato a crema con una spatola), il latte e la buccia di limone grattugiata. Impastare fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica, se necessario aggiungere altra farina, ma l’impasto deve rimanere comunque molto morbido: se dovesse risultare appiccicoso, per poterlo lavorare successivamente è preferibile infarinare il piano di lavoro piuttosto che aggiungere altra farina nell'impasto.
Dividere l’impasto ottenuto in più parti e stendere ciascuna a formare un lungo cilindro, piegare ogni cilindro a metà per formare una ‘U’ rovesciata; a questo punto andrebbe messo l'uovo al centro e poi vanno intrecciate le due estremità a formare un cordone (senza però stringere troppo perché in cottura l’impasto aumenta di volume). Io ho preparato un finto uovo utilizzando dell'alluminio accartocciato e rivestito con carta da forno, in modo da poterlo estrarre facilmente dopo la cottura.
Per ottenere l'altra forma, quella della foto principale, ho formato due lunghi cilindri, li ho intrecciati tra di loro e poi ho formato le tre corone con il buco al centro, dove ho posizionato sempre le finte uova:

Infine, spennellare con il tuorlo leggermente sbattuto insieme al latte e allo zucchero e infornare a 180° per circa 20 minuti. Attenzione ai tempi di cottura: se si fanno cuocere troppo diventano durissimi.
Una volta raffreddati, ho tolto le uova finte e le ho sostituite con degli ovetti di cioccolato; per decorare gli ovetti, ho spalmato pochissima nutella e poi ho cosparso con le scagliette di zucchero colorate.

Questi dolci si mantengono morbidi per diversi giorni avvolti nell'alluminio o conservati dentro le bustine per alimenti (quelle utilizzate per congelare).
Stampa la Notizia

17 commenti:

  1. semplicemente meravigliosi... e originali... una bellissima idea, ti confesso che anche io non amo le uova sode. Buona Pasqua

    RispondiElimina
  2. Ma sono deliziosi! Assolutamente carini:)
    auguroni!

    RispondiElimina
  3. ma che belli^-^ tantissimi complimenti e mille Auguroni per Pasqua! :-)

    RispondiElimina
  4. Ma che meraviglia!!!! Devono essere veramente buonissimi!!! Idea furba, quella degli ovetti di cioccoato!!!

    RispondiElimina
  5. a dirti la verita' non ho molta simpatia neanche io per le uova sode per cui mi piace un sacco la tua versione :-) bacioni

    RispondiElimina
  6. Tra un uovo sodo ed un uovo di cioccolato, anche io preferirei il secondo! Complimenti, bellissima idea! Buona Pasqua a tutti :)

    RispondiElimina
  7. Ma che belle le ricette regionali delle feste, si imparano tante cose nuove! Grazie e Buona Pasqua!

    RispondiElimina
  8. Ciao,che bonta squisite brava smACK ISA

    RispondiElimina
  9. Sono bellissimi e poi....con gli ovetti di cioccolato sono sicuramente più buoni!!!!Buona Pasqua, Barbara

    RispondiElimina
  10. Fantastica l'idea degli ovetti di cioccolato!! :) Da noi in sicilia si chiamano "cuddure cull'ova" e l'impasto è fatto con la pasta di pane resa dolce con l'aggiunta di 2 cucchiai di zucchero nell'impasto! Che bello scoprire le varie versione..Complimenti!
    Colgo l'occasione per farti tantissimi auguri di Buona Pasqua!
    Francesca

    RispondiElimina
  11. salve è la prima volta che commento ho scovato il tuo blog per caso e mi sono subito iscritta! questa ricetta mi ha fatto riaffiorare tanti ricordi... la mia nonna quando ero bimba mi preparava per le feste pasquali il cestino di pane con le uova sode. Quanti ricordi...

    RispondiElimina
  12. Buona Pasqua cara!!!!!!!!!!!!Che splendide creazioni e il prossimo anno per i miei cudduraci userò proprio la tua tecnica per le uova di cioccolato GRAZIE!!!!!!!!!!Un bacione!!!!!!!!!!!!
    e ancora TANTI TANTISSIMI AUGURI!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  13. Carissima MariaGrazia, i tuoi cuculi sono fantastici!Non li conoscevo affatto ma li trovo bellissimi!!!Complimenti! Ti rinnovo i miei più cari e sinceri auguri di una Pasqua Santa, di rinascita e benedizione. AUGURI!

    RispondiElimina
  14. Tantissimi Auguroni Amica mia...Buoni i cuculi

    RispondiElimina
  15. Per questa volta mi unisco alla tua famiglia! Anche io avrei preferito le uova di cioccolata (e te pareva! dirai pure di me!!). Ma questi cuculi sono davvero carini, e devono essere una vera bontà!!
    Tantissimi auguri Maria Grazia, a te e tutta la tua famiglia!!

    RispondiElimina
  16. Questa ricetta è magnifica! Piacere di conoscerti Maria Grazia! Mi sono unita ai tuoi sostenitori, cosi posso tornare a vedere le tue splendide ricette! A presto!!

    RispondiElimina
  17. che buono dev'essere!!!!
    ricetta assolutamente da rifareeeeeeeeeeeeeee

    bacio
    Azzurra

    RispondiElimina

Template by Dlmdesign.it